Come organizzare il frigorifero per conservare correttamente i tuoi alimenti

Lo sapevi che per mantenere in buono stato e più a lungo il cibo in frigorifero, ci sono dei criteri e collocazioni ben precise?

Molti degli alimenti che acquistiamo quotidianamente vanno conservati in frigorifero, il quale è diviso in ripiani e scompartimenti, ognuno di questi ha una temperatura diversa alla quale conservare ciò che acquistiamo, per garantirne la corretta conservazione e una lunga durata.

Cominciamo col dire che la temperatura perfetta del frigorifero è di 4°C, ma questa temperatura non è uguale per tutte le zone, la parte più bassa avrà una temperatura più fredda, la porta laterale è la parte più calda, la centrale è più costante e la parte superiore ha una temperatura più alta rispetto a tutte le altre parti centrali.

Ricordatevi di non sovraccaricare il frigorifero, in estate abbassate leggermente la temperatura, non mettete mai cibi caldi al suo interno e non dimenticate di chiudere la porta e lasciatela aperta lo stretto necessario.

Dividendo il frigorifero in parti, di seguito vi mostriamo come e dove conservare i cibi al suo interno.

LA PARTE ALTA: In questa parte la temperatura è di circa 8°C, qui conserveremo cibi come yogurt, burro, uova, formaggi e dolci.

LA PARTE CENTRALE: In questa parte la temperatura è di circa 5°C. Sui ripiani centrali metteremo affettati, verdure cotte, sughi, salse, cibi precotti, avanzi, e i prodotti con la scritta “dopo l’apertura conservare in frigorifero”.

LA PARTE BASSA: In questa parte la temperatura varia da 2 a 4°C. Nel ripiano subito sopra i cassetti conserverete carne, pesce, pollame, cibi crudi.

CASSETTI: All’interno dei cassetti sono destinate le verdure che potrebbero essere danneggiate dalle temperature troppo basse.

PORTA LATERALE: Allinterno della porta e nei suoi scomparti, che sono i punti con la temperatura più alta, sono destinati quei prodotti che necessitano di una blanda refrigerazione come acqua, salse, senape e bibite varie.

Cura e manutenzione del frigorifero

Ogni volta che apriamo il frigorifero, la temperatura si alza, costringendo il motore ad uno sforzo maggiore per riportare il tutto alla normalità. Apri il frigorifero il meno possibile e per il minor tempo possibile.

Non riempire troppo il frigorifero, così facendo la temperatura si alzerà creando condensa e non consentirai la conservazione dei cibi alla giusta temperatura. Per lo stesso motivo, non conservare cibi appena cotti e ancora caldi.

Organizza il frigorifero in modo che tutti gli alimenti siano ben separati tra di loro in modo da consentire un flusso di aria costante su tutta superficie.

Ricordati di mettere gli alimenti più vecchi davanti e quelli più recenti dietro in modo che tutto venga consumato entro le scadenze e non avrai sprechi.

Sbrinalo spesso usando acqua calda e limone o aceto. Anche il bicarbonato è molto consigliato, si tratta di metodi naturali ed economici ma estremamente efficaci nell’igienizzare il frigo e nel togliere i cattivi odori. Per combattere poi il riformarsi degli odori può essere utile porre nel frigo una terrina di vetro con dentro qualche cucchiaio di bicarbonato, che ha la proprietà di assorbirli.

Se hai domande da farmi, non esitare a scrivere qui sotto e ti risponderò più presto possibile.

Per restare sempre aggiornato sui nuovi corsi, articoli e novità, in fondo alla pagina potrai iscriverti alla nostra newsletter.

Un saluto e buona cucina.